ORDINA ENTRO IL 10/12 PER RICEVERE ENTRO NATALE. NEL MESE DI DICEMBRE, LE CONSEGNE NON SONO PIÙ GARANTITE IN 24/48 ORE LAVORATIVE

Giacomo Barbero

Giovane laureato in economia che ritorna sulle sue origini riprendendo la tradizione famigliare.

Il legame con la terra e con la vite per lui ha un’origine recente, anche se affonda le sue radici in una eredità famigliare di cui ne è la quarta generazione. A Canale, paese del Roero in provincia di Cuneo, il cognome Barbero è conosciuto grazie alla creazione negl’anni ’40 de “Il gruppo Barbero”, ovvero le “Cantine Sterzi” di Verona, la “Enrico Serafino” di Canale, passando per la produzione del “Frangelico” a Caracas piuttosto che l’acquisizione della “Barbieri”, produttrice dell’Aperol. Il gruppo viene poi ceduto, ma Giacomo Barbero decide di riprendere l’attività vitivinicola famigliare a cui si sente particolarmente legato. Dopo la laurea lavora nel periodo estivo in un’azienda vinicola del suo paese, dove ha la possibilità di muovere i primi passi in vigna e capire i passaggi della vinificazione e della gestione del magazzino. È poi nell’ottobre del 2015 che comincia ufficialmente la sua attività prendendo in gestione un vigneto a Vezza d’Alba, nel mentre acquista altre terre nel Roero per ampliare la produzione. Al momento presenta sul mercato quattro etichette tipiche della zona: Langhe Favorita, Roero Arneis, Barbera d’Alba e Langhe Nebbiolo, ma il suo intento è quello di ampliare la gamma proponendo vini che sprigionano al meglio le caratteristiche della sua terra.
Leggi tutto Chiudi
Mostrando 1 - 5 di 5 articoli